SCM player skins .Una stanza tutta per me.
  • 27th Agosto
    2014
  • 27
  • 20th Agosto
    2014
  • 20
QUAL E' LA TUA PRIMA MEMORIA UMANA?

Asked by: tumblrbot

.Ricordo la piccola casa di mia nonna paterna. La casa non esiste più e nemmeno mia nonna.

  • 17th Agosto
    2014
  • 17

.Mi perdo nel cielo, ma quell’azzurro non mi basta più. Voglio sconfinare come una nuvola vuota, assumere nuove forme. Incontrare e scontrare, fondere e fondare. E poi tornare con più forte identità, senza minaccia e senza paura. (MM)

  • 9th Agosto
    2014
  • 09
  • 30th Luglio
    2014
  • 30
  • 25th Luglio
    2014
  • 25

Buongiorno giorno. Giornate strane, giornate piene. Sensazioni conosciute in passato e poi ritrovate in questi giorni. Musica, risate, parole gridate e sussurrate. Ho incontrato me stessa e tante altre me.

Questo mi è piaciuto e pure tanto. Non mi aspetto niente e ascolto sempre le solite canzoni tristi anche se sono allegra.
Non pretendo che il mio nome lo conoscano tutti, solo le persone che contano, solo quelle che voglio io. Sei egocentrica, mi hanno detto pochi giorni fa. Forse è vero, forse no. I giorni passano e io sto crescendo, sto cambiando, evolvendo. Non so come diventerò tra un anno, tra un mese, tra un giorno. Mi sto conoscendo pian piano. Sono diversa da quella di ieri e lo sarò domani, non importa. Le cose che mi piace fare sono le stesse.
Mi sono aperta di più in questi giorni, mi sono fatta conoscere ad un gruppo di estranei, ho aperto la scatola e sono venuta fuori nel modo più giusto, credo. (MM)

  • 15th Luglio
    2014
  • 15
  • 10th Luglio
    2014
  • 10

Verrà l’estate

Verrà l’estate 
sarà nel vento 
nel fiato caldo dietro le persiane 
nelle campagne gialle consumate 
nelle strade vuote 

Verrà l’estate 
senza avvisare 
Un treno lento che costeggia il mare 
Sul marciapiede vuoto alla stazione 
ti farai trovare 

Sempre ti aspetto 
Apro per te ogni finestra 
respiro e l’aria e’ fresca. 


  • 1st Luglio
    2014
  • 01

.Una stanza, tutta per me. Un anno dopo.

È passato un anno da quando ho aperto questa stanza, la mia stanza.
 Adesso a distanza di dodici mesi, posso dire di aver apportato alcune modifiche: ho spalancato le finestre per far cambiare l’aria, per far entrare più luce. Ho spostato alcuni pensieri  dal lato opposto, alcuni gli ho smussati e spolverati, ma sono sempre presenti.
Ho fatto spazio all’ispirazione, ai buoni propositi, alle persone positive.
Ho fatto spazio a me stessa e alle miei passioni. Ho dato un taglio netto al passato, o almeno voglio credere che sia così.
Le ragnatele agli angoli dei muri sono rimaste, sono troppo alte per toglierle.
Non è completamente in ordine, un po’ come sono io. Ordino solo all’apparenza a quello che può risaltare all’occhio, poi sotto i tappeti nascondo la polvere, dentro i cassetti conservo di tutto e spingo con forza per chiuderli, però va bene cosi. Io sono cosi. Non voglio essere ripetitiva e non voglio essere come gli altri, non lo sono mai stata e non è il momento di iniziare ad esserlo.

Ad ogni compleanno qualcuno pretende un discorso, una sorta di resoconto su l’anno appena passato, oppure ci si aspetta parole d’effetto sul futuro. Io in questo giorno di lavoro, tra lividi e sudore non voglio fare nessun bilancio. Voglio, e ne sono sicura, continuare a prendermi cura della mia stanza, ad alimentarla, a coltivarla, a riempirla di colori, sfumature e luce. E poi mi piacerebbe che qualcuno entrasse e che portasse un po’ della sua energia, della sua personalità. Gli spiragli che lasciavo aperti lo scorso anno, hanno lasciato spazio a delle grandi porte aperte. Quindi opportunità, accomodatevi la porta è aperta.

  • 18th Giugno
    2014
  • 18