1.  

  2. "Se per un istante Dio si dimenticherà che sono una marionetta di stoffa e mi regalerà un pezzo di vita, probabilmente non direi tutto quello che penso, ma in definitiva penserei tutto quello che dico. Darei valore alle cose, non per quello che valgono, ma per quello che significano. Dormirei poco, sognerei di più, andrei quando gli altri si fermano, starei sveglio quando gli altri dormono, ascolterei quando gli altri parlano e come gusterei un buon gelato al cioccolato! Se Dio mi regalasse un pezzo di vita, vestirei semplicemente, mi sdraierei al sole lasciando scoperto non solamente il mio corpo ma anche la mia anima. Dio mio, se io avessi un cuore, scriverei il mio odio sul ghiaccio e aspetterei che si sciogliesse al sole. Dipingerei con un sogno di Van Gogh sopra le stelle un poema di Benedetti e una canzone di Serrat sarebbe la serenata che offrirei alla luna. Irrigherei con le mie lacrime le rose, per sentire il dolore delle loro spine e il carnoso bacio dei loro petali. Dio mio, se io avessi un pezzo di vita non lascerei passare un solo giorno senza dire alla gente che amo, che la amo. Convincerei tutti gli uomini e le donne che sono i miei favoriti e vivrei innamorato dell’amore. Agli uomini proverei quanto sbagliano al pensare che smettono di innamorarsi quando invecchiano, senza sapere che invecchiano quando smettono di innamorarsi. A un bambino gli darei le ali, ma lascerei che imparasse a volare da solo. Agli anziani insegnerei che la morte non arriva con la vecchiaia ma con la dimenticanza. Tante cose ho imparato da voi, gli Uomini! Ho imparato che tutto il mondo ama vivere sulla cima della montagna, senza sapere che la vera felicità sta nel risalire la scarpata. Ho imparato che quando un neonato stringe con il suo piccolo pugno, per la prima volta, il dito di suo padre, lo tiene stretto per sempre. Ho imparato che un uomo ha il diritto di guardarne un altro dall’alto al basso solamente quando deve aiutarlo ad alzarsi. Sono tante le cose che ho potuto imparare da voi, ma realmente, non mi serviranno a molto, perché quando mi metteranno dentro quella valigia, infelicemente starò morendo. (Gabo)"
     

  3. ""Amore mio
    ho sognato di te come si sogna
    della rosa e del vento.”
    Alda Merini"
     
  4. pallonciniPROSPETTIVAIl sole squarcia RomaNIDO

    Un album diManuela Mel su Flickr.

    .La luna ci osserva sempre.

     

  5. The Hours

    "Caro Leonard, guardare la vita in faccia, sempre; guardare la vita, sempre, riconoscerla per quello che è;
    al fine conoscerla, amarla per quello che è, e poi metterla da parte.
    Amarti, per sempre.
    Gli anni che abbiamo trascorso, per sempre gli anni, per sempre, l’amore; per sempre, le ore.”

    Angelica: “Cosa succede quando moriamo?” Virginia: «Che cosa succede .. Torniamo da dove siamo venuti?” Angelica: “Non mi ricordo da dove vengo” Virginia: “Nemmeno io”.

    "Mi ricordo che una mattina mi sono svegliata all’alba con dentro un grande senso di aspettativa. Hai presente, no? Lo conosci? E mi ricordo di aver pensato: ecco, questo deve essere il preludio della felicità. Questo è solo l’inizio, e d’ora in poi crescerà sempre di più. Non mi ha sfiorato l’idea che non fosse il preludio. Era quella, la felicità. Era quello, il momento. Era quello."

     

  6.  

  7.  

  8. Sogno d’amore

    Se dovessi inventarmi il sogno
    del mio amore per te
    penserei a un saluto
    di baci focosi
    alla veduta di un orizzonte spaccato
    e a un cane
    che si lecca le ferite
    sotto il tavolo.

    Non vedo niente però
    nel nostro amore
    che sia l’assoluto di un abbraccio gioioso. 
                                                                        Alda Merini 

     
  9.  

  10. .27 gennaio.

    […]Meditate che questo è stato:
    vi comando queste parole.
    Scolpitele nel vostro cuore
    stando in casa andando per via,
    coricandovi alzandovi;
    ripetetele ai vostri figli.[…] Primo Levi